Alessandra Fischi

Nata a Perugia. Giornalista professionista, laureata in scienze della comunicazione.
È stata Direttore responsabile della testata giornalistica di Rte 24h tv locale umbra e collaboratrice della redazione sportiva di Mediaset.

Mi sono rivolta al Dottor Fabrizio Duranti quando la soglia di sopportazione nei confronti del mio peso, che continuava a levitare, era arrivata oramai al limite.

A causa di un problema degenerativo alla colonna vertebrale e di uno stile di vita sregolato per via del lavoro, ero arrivata a pesare ottanta chili. Ho quarantasette anni, sono alta un metro e settanta e facendo le dovute proporzioni ero evidentemente sopra il mio peso forma. Questa condizione si andava aggravando anche per la non attività fisica, resa difficile per i problemi alla schiena.

Dal primo incontro con il Dottor Duranti sono passati circa dieci mesi e, anche se molto lentamente, ho perduto dodici chili inoltre i dolori alla schiena e alle articolazioni sono spariti. Certo, il problema cronico alla colonna persiste ma lì è una questione meccanica a cui si può fare ben poco.

Il percorso non è stato nemmeno troppo pesante da affrontare perché, grazie al protocollo Vigor Evo Low Fat e la bevanda aminoacidica, sono riuscita a tenere sotto controllo la fame e quindi anche l’inserimento quotidiano di calorie in eccesso. Ho imparato inoltre, a trattarmi bene; ora non mangio più a letto, non apro il frigorifero di continuo per ingurgitare tutto quello che capitava a tiro e, cosa ben più importante, i miei gusti si sono adeguati ad uno stile di vita più sano, non provo più un’attrazione fatale per il “cibo spazzatura”.

Il mangiare sano e gli integratori hanno influito anche sul mio umore e ho ritrovato l’energia di un tempo. Sono tornati nella norma anche alcuni valori che oramai erano fuori controllo; il colesterolo, per esempio, salito a 280 è ora sceso a 220.

C’era però un aspetto che all’inizio mi lasciava con l’amaro in bocca, nonostante perdessi peso, nessuno mi diceva mai la classica frase: “Ma quanto ti sei dimagrita!”. Nessuno sembrava accorgersi della differenza che alla mia cintura era ben evidente. Poi ho capito, stavo perdendo grasso ma i mei muscoli non venivano intaccati, l’effettoinfatti è quello di un corpo più snello, asciutto e dall’aspetto sano. Non sono sciupata e cadente come spesso capita a chi, soprattutto alla mia età, perde molto peso.

Oggi il percorso continua e credo che oramai integratori e cibo sano rimarranno compagni fedeli della mia vita anche una volta raggiunto l’ambizioso obiettivo dei cinquantasette chili. Ma questa è un’altra storia.

Grazie Alessandra!